I Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso

L’edizione numero 28 per la guida Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso premia il Reale a Castel di Sangro come miglior ristorante italiano. Le tre forchette salgono da 29 a 38.

Si è svolta lo scorso 23 ottobre all’Hotel Sheraton di Roma la presentazione della edizione n. 28 della guida ai Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso. La  guida rappresenta un  vademecum per tutti i buongustai e offre un'istantanea del panorama della ristorazione nazionale contemporanea. Il vertice della della ristorazione Italiana selezionato dagli ispettori del gruppo diretto da Paolo Cuccia è rappresentato da 38 insegne meritevoli delle tre forchette (ben 9 in più rispetto allo scorso anno)  e di una valutazione complessiva pari o superiore 90/100. Di queste ben 25 sono ristoranti associati a Le Soste.

La principale novità in vetta alla guida è rappresentata dal sorpasso effettuato dal Reale a Castel di Sangro (chef Niko Romito) che ottiene una valutazione di 96 punti, sull’Osteria Francescana (Chef Massimo Bottura) e La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri (chef Heinz Beck) che conservano il punteggio di 95 punti ottenuto lo scorso anno con il quale guidavano a pari merito la classifica. Il salto di classifica del Reale (che lo scorso anno era valutato 92/100) è di assoluto rilievo (+4 in un solo anno). Per il Gambero Rosso Romito è “grande cuoco, grande imprenditore, grande maestro” e “sta ridisegnando il profilo di questa professione, traducendo l'esperienza dell'alta cucina in mille applicazioni, tutte di grande intelligenza.” Si tratta quindi di un importante riconoscimento dovuto non solo alla cucina ma alla qualità innovativa delle molteplici attività dello chef abruzzese.

La classifica prosegue con i 94 punti ottenuti da Don Alfonso 1890 - Sant’Agata sui Due Golfi, Villa Crespi - Orta San Giulio (entrambe conferme);  Piazza Duomo - Alba (+2), Le Calandre - Rubano (+2),Torre del Saracino - Vico Equense (+1). A 93 punti troviamo Uliassi - Senigallia (+1), Enoteca Pinchiorri - Firenze (+2). A quota 92: St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina - San Cassiano. Laite - Sappada, Seta del Mandarin Oriental Milano, La Trota - Rivodutri (+1I), La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares - San Cassiano (+1), Lorenzo - Forte dei Marmi, Dal Pescatore Santini - Canneto sull’Oglio, Da Vittorio - Brusaporto (+1).

Con il punteggio di 91: La Madia - Licata, Berton - Milano, Taverna Estia - Brusciano, La Madonnina del Pescatore - Senigallia, Ilario Vinciguerra Restaurant - Gallarate, Casa Vissani - Baschi e il Duomo a Ragusa di chef Ciccio Sultano primo tra i nuovi ingressi nella elite delle Tre forchette.

Infine con 90 punti troviamo: Le Colline Ciociare - Acuto, Il Pagliaccio - Roma (nuovo tre forchette), Atman a Villa Rospigliosi - Lamporecchio  (nuovo tre forchette), Enrico Bartolini Mudec Restaurant - Milano (nuovo tre forchette), D’O - Cornaredo [nuovo tre forchette], Pascucci al Porticciolo - Fiumicino, S’Apposentu di Casa Puddu - Siddi, Agli Amici dal 1887 (nuovo tre forchette),  Imàgo dell’Hotel Hassler - Roma (nuovo tre forchette), Miramonti l’Altro - Concesio Nuovo tre forchette), Da Caino - Montemerano (nuovo tre forchette), Quattro Passi - Massa Lubrense, Romano - Viareggio.

Fra i numerosi premi speciali assegnati nel corso della serata segnaliamo il Cuoco Emergente Gambero Rosso e Acqua Panna/San Pellegrino attribuito a Andrea Leali del  Casa Leali - Puegnago sul Garda (BS); la novità dell'anno il ristorante Signore te ne ringrazi - Montecosaro (MC); Il ristoratore dell'anno a Stefan Wieser   - La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares - San Cassiano- Il premio per la Miglior comunicazione digitale va a Le Calandre - Rubano: il Servizio di sala a Lido 84 - Gardone Riviera  e il Servizio di sala in albergo L'Olivo del Capri Palace - Capri.


pubblicato il 02/11/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy