Nasce a Varese una casa di riposo per cuochi ispirata da Gualtiero Marchesi

E’ il sogno nel cassetto di Gualtiero Marchesi  che si sta concretizzando in questi giorni a Varese dove sta per nascere una struttura che ospiterà cuochi in pensione ma anche una scuola di formazione.

Gualtiero Marchesi (Marchesi alla Scala) lo sognava da tempo. Creare una struttura che potesse ospitare dignitosamente quei cuochi che dopo una vita dedicata al loro lavoro avessero la necessità di trovare un luogo dove trascorrere serenamente  gli ultimi anni ma che fosse anche uno spazio nel quale i professionisti della cucina potessero ancora dare molto trasferendo le loro conoscenze ai  tanti giovani che oggi si lanciano in questa difficile carriera. A realizzare questo progetto da anni nella mente  e nel cuore del Maestro ci ha pensato la fondazione Molina, un istituto che a Varese gestisce una casa di cura con 500 posti letto. Il progetto annunciato nei giorni scorsi a Varese prevede la trasformazione di una palazzina indipendente in abitazioni per 12 cuochi residenti e la realizzazione di una cucina didattica idonea all'alta formazione di 18 allievi. I cuochi alla fine della loro carriera vi saranno accolti facendo fronte a tutte le necessità della vecchiaia, anche per quanto riguarda le patologie più gravi, ma al tempo stesso essi avranno la possibilità di contribuire alla annessa scuola di cucina dove potranno tramandare e approfondire la cultura culinaria.

“Sarebbe un modo unico e funzionale per la trasmissione dei saperi ai più giovani e per coinvolgere chi ha dedicato la propria esistenza alla cucina. Scuola significa formazione nel segno della continuità, dal punto di vista teorico e pratico” commenta il Maestro Gualtiero Marchesi per il quale il cuoco “è a tutti gli effetti, al di là degli eccessi divistici, un portatore di cultura, un divulgatore e un difensore di valori, legati alla salute, alle risorse agricole e alle tradizioni del Paese. Insistere su questo ruolo pedagogico e civile è importante, altrettanto importante sarebbe aggiungere dignità, riservando accanto all’accoglienza  anche la prospettiva di una testimonianza per chi ha fatto della cucina la sua ragione di vita”. L’apertura della struttura è prevista per l’autunno del 2018.

pubblicato il 31/07/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy