Nasce BIM, la nuova App per prenotare al ristorante, anche all’ultimo minuto

Una startup francese ha creato un’applicazione digitale pensata per un pubblico di gourmet che ama scegliere il ristorante all’ultimo momento. Non prevede l’utilizzo della carta di credito e aiuta i ristoratori ad attenuare gli effetti negativi del no show a costi davvero contenuti.

“Con Bim potete trovare in pochi secondi un posto libero in uno dei migliori ristoranti presenti  intorno a voi”. Così recita il claim di questa nuova applicazione che prende le mosse da un piccolo ufficio nel centro di Parigi e che promette la possibilità di visualizzare in tempo reale la situazione dei posti disponibili nei ristoranti iscritti all’applicazione che si trovano localizzati nella stessa area  dell’utente. Oltre alla effettuazione della prenotazione Bim permette di  ricevere un avviso quando il tavolo prenotato si sta liberando e di poter pagare il conto (dopo il pranzo o cena) senza dover dare gli estremi della propria carta di credito. Inoltre  sempre tramite l’applicazione digitale scaricata sul proprio cellulare c’è la possibilità di richiedere al ristoratore di emettere conti separati. Bim tiene anche in memoria ii ristoranti dove siete già stati e se vi trovate di nuovo a passare nelle vicinanze vi avvisa se vi sono offerte o posti disponibili.

Nato nello scorso aprile da un’idea della giovane imprenditrice e gourmet Anne-Christelle Pérochon, attuale CEO di Bim, l’applicazione si diffonde dapprima a Parigi e Bordeaux e oggi conta in tutta Europa 70mila utilizzatori con diverse centinaia di ristoranti associati. Per iscriversi al database della startup parigina il ristoratore deve fare esplicita richiesta attraverso il sito ma l’iscrizione non è automatica. Solo in un secondo momento, dopo avere passato il vaglio della redazione di Bim,  ottiene di poter accedere al servizio. La missione dichiarata di BIM, infatti,  è di trasmettere “l’anima di una città proponendo esperienze gastronomiche di qualità” e questo significa che i ristoranti proposti devono rispondere a determinati requisiti. Molto più semplice invece diventare utente dell’applicazione. Basta scaricare l’app,  registrarsi (lo si può fare anche tramite l’account Facebook) e lasciare il proprio numero di telefono. L’applicazione Bim è disponibile nelle due versioni per iPhone e Android.

L’offerta di Bim varia dai neo-bistrot alla ristorazione stellata passando per gli indirizzi di street food di qualità. Ciò che conta è che i ristoranti devono proporre una cucina in grado di rappresentare l’anima della città o della regione in cui si trovano.

Pensata per dare una risposta a chi ama prenotare al ristorante anche all’ultimo minuto Bim si sta rivelando uno strumento efficace per contrastare il fenomeno del no-show che oggi riguarda mediamente il 20% di tutte le prenotazioni. Il motivo è molto semplice.

Dato che Bim non richiede al cliente la carta di credito non applica alcuna penale ma attraverso l'applicazione il ristoratore e il cliente vengono messi in relazione diretta ed è quindi possibile in qualsiasi momento per il ristoratore chiedere conferma della presenza. Nel caso in cui il cliente non si presenti non c’è alcuna possibilità di prelevare penali di alcun genere ma lo spirito di Bim è proprio quello di consentire prenotazioni anche all'ultimo minuto e quindi capita molto di frequente che i tavoli che si liberano a causa della mancata presentazione vengano velocemente riassegnati proprio grazie alla stessa applicazione. Bim diventa quindi lo strumento attraverso cui molti ristoranti mettono a disposizione tavoli e offerte last minute consentendo così di ridurre gli effetti negativi delle mancate presentazioni.

L’applicazione è completamente gratuita per gli utenti finali mentre il ristoratore paga una commissione di un euro per coperto solo nel caso in cui la prenotazione sia andata a buon fine.

Molto diffuso nelle principali città francesi Bim sta allargando i suoi orizzonti in tutta Europa e anche nel nostro paese dove può già  contare su  importanti adesioni anche tra i ristoranti stellati. Ad esempio è possibile utilizzare Bim per prenotare al Combal Zero a Rivoli, al Piazza Duomo ad Alba, oppure al Gran Caffé Quadri a Venezia e alle Calandre a Rubano. solo per fare alcuni esempi.

Quello proposto da Bim è in ogni caso un servizio che può essere inteso come offerta integrativa rispetto ai servizi di prenotazione digitale più diffusi che può aiutare i ristoratori a limitare i danni provocati dalle mancate presentazioni. Inoltre l’applicazione francese non si intromette nel rapporto fra il cliente e il ristoratore, anzi per certi versi lo agevola consentendo una connessione diretta fra le parti e può diventare quindi uno strumento utile per acquisire nuova clientela.

pubblicato il 31/07/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy