Wine Spectator proclama i vincitori del Restaurant Award 2017

La rivista Wine Spectator ha comunicato i vincitori del Wine Spectator Restaurant Award per il 2017. Sono state segnalate più di 3.500 carte vini provenienti da ristoranti di 76  paesi.

Wine Spectator ha attribuito anche quest’anno gli ambiti Award of Excellence, Best of Award of Excellence  e i selezionatissimi Grand Award.  Gli Award  of Exellence  di Wine Spectator segnalano quei ristoranti le cui carte vini propongono un ben equilibrato assortimento di proposte di produttori di qualità, offerte a prezzi congrui  e -soprattutto- che si dimostrano coerenti con il menu proposto in sala. Non si valutano dunque le dimensioni della carta e neppure la presenza di bottiglie particolarmente rare  ma congruità e la qualità della lista vini in relazione al contesto in cui viene proposta. Quest’anno sono stati 2335 i ristoranti che hanno ricevuto la segnalazione come Award of Excellence. Di questi 457 sono entrati nella lista per la prima volta.

Il premio intermedio Best of Award of Excellence viene invece riconosciuto  alle carte vini che dimostrano una grande ampiezza con proposte provenienti da più regioni oppure con una significativa profondità verticale di vini al top di categoria. Questo riconoscimento è stato attribuito per il 2017 a 1.168 ristoranti.

Il Grand Award infine viene assegnato  esclusivamente a quei ristoranti che propongono una carta dei vini di livello mondiale. Carte senza compromessi con le migliori annate e i più esclusivi produttori, che di solito superano il migliaio di etichette e offrono possibilità di scelta ai clienti che vanno sia in ampiezza (includendo le principali regioni del mondo) sia in profondità.   Migliaia sono stati anche quest’anno i ristoranti candidati a ricevere il Grand Award ma solo in cinque hanno conquistato il titolo per la prima volta e sono andati ad aggiungersi alla esclusiva elitè di 89 ristoranti che nel mondo si può fregiare di questo riconoscimento. I cinque nuovi ingressi sono: Del Frisco’s Double Eagle Steak House a New York, Grill 23 & Bar a Boston, Les Climats a Parigi, PM & Vänner a Växjö (Svezia) e  Wally’s a Beverly Hills (California). 

Sono soltanto sei le cantine italiane che si possono fregiare del Grand Award:  L'Antica Bottega del Vino a Verona, il Don Alfonso 1890   a Sant'Agata sui Due Golfi, l'Enoteca Pinchiorri a Firenze, Il Poeta Contadino di Alberobello, La Ciau Del Tornavento  a Treiso (Cuneo), La Pergola dell'Hotel Rome Cavalieri  a Roma. Qui la lista completa.


pubblicato il 31/07/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy