E’ l’Eleven Madison Park The World’s Best Restaurants 2017

Il premio World’s 50 Best Restaurants 2017 vede l’Osteria Francescana, vincitrice dello scorso anno, piazzarsi al secondo gradino del podio. Cinque le presenze italiane nei primi 100 (4 nei primi cinquanta). Con quattro ristoranti in classifica Le Soste si confermano l’associazione che rappresenta al meglio la cucina italiana.

E l’Eleven Madison Park di chef Daniel Humm a New York che si aggiudica la quindicesima edizione del premio The World’s 50 Best Restaurants. Lo seguono il vincitore dello scorso anno, l’Osteria Francescana di Modena (chef Massimo Bottura) e il Celler de Can Roca dei fratelli Roca a Girona nei Paesi Baschi. La lista propone una gamma molto ampia di culture gastronomiche e cucine in rappresentanza di 22 paesi diversi. In particolare Francia, Spagna e Stati Uniti contano sei ristoranti ciascuno mentre gli italiani sono quattro: Osteria Francescana di Massimo Bottura (secondo classificato e miglior ristorante d’Europa); Piazza Duomo di Enrico Crippa (15); Le Calandre di Raffaele e Massimiliano Alajmo (39); Reale di Niko Romito (43). A loro va aggiunto il buon piazzamento del CombalZero di Davide Scabin (59) che lo scorso anno però era rientrato nella lista principale al 46° posto. Da segnalare la buona performance dei ristoranti francesi che raddoppiano il numero delle insegne in lista piazzando ben 3 ristoranti nella top 20: Mirazur si attesta al quarto posto, seguito da Arpège (No.12) mentre Alain Ducasse al Plaza Athénée balza al tredicesimo con una riapparizione sulla lista. Alléno Paris au Pavillon Ledoyen, il ristorante capitanato da Yannick Alléno, debutta al 31esimo posto, guadagnandosi l’ambito Highest New Entry Award, sponsorizzato da Aspire Lifestyles.  La Spagna (tre ristoranti nei primi 10) continua a rimanere un punto di riferimento fondamentale per la nuova cucina internazionale e il suo ristorante miglior classificato (El Celler de Can Roca si aggiudica l’importante riconoscimento del Ferrari Art of Hospitality Award). Chef Dan Barber, Blue Hill a Stone Barns, sale di 37 posti balzando all'11esimo aggiudicandosi l'Highest Climber Award, sponsorizzato da Lavazza. Il miglior ristorante del Sud America è il Central a Lima al 5° posto. Quest’ultimo, con lo chef Virgilio Martinez,  vince anche il premio come miglior chef votato dai colleghi. Il ristorante Gaggan a Bangkok (settimo in classifica) si conferma miglior ristorante in Asia con una impetuosa salita di 16 posizioni.  

Altri importanti riconoscimenti vanno a Heston Blumenthal,  che si aggiudica il prestigioso Diners Club® Lifetime Achievement Award e ritorna in classifica alla posizione 36 e Ana Roš di Hiša Franko, Slovenia, nominata The World’s Best Female Chef per il 2017.

pubblicato il 21/04/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy
powered by E-Group