Enrico Crippa vince il Grand Prix de l'art de la cuisine

Lo chef del Piazza duomo vince a Parigi il “nobel dell’alta gastronomia” raggiungendo altri mostri sacri della cucina italiana come Bottura, Iaccarino, Santini e Feolde.

 Il Grand Prix de l'art de la cuisine viene assegnato ogni anno a Parigi dalla Academie Internationale de la Cuisine è uno dei riconoscimenti più prestigiosi assegnati a livello internazionale nel mondo dell'alta gastronomia. L'Accademia ha sede a Parigi ed è formata da delegazioni di tutti i paesi del mondo con lo scopo di salvaguardare e sviluppare il patrimonio gastronomico di tutte le regioni e nazioni del mondo, di favorire la ricerca scientifica, le iniziative culturali e turistiche che possano favorire lo sviluppo del settore gastronomico. Il Grand Prix de l’Art de la Cuisine viene considerato come l’equivalente di un premio Nobel della cucina gastronomica. Enrico Crippa (Piazza Duomo) non è il primo italiano a ottenere questo riconoscimento. Prima di lui è toccato Massimo Bottura (Osteria Francescana) nel 2010, Alfonso Iaccarino (Don Alfonso 1890) nel 2000, Nadia Santini (Dal Pescatore Santini) nel 1998 e infine nel 1993 a Giorgio PInchiorri e Annie Feolde (Enoteca Pinchiorri). Lo scorso anno il premio è stato assegnato a Yannick Alleno (Ledoyen). L’Accademia assegna annualmente anche altri tre premi: il Grand Prix de la Culture Gastronomique (assegnato al Basque Culinary Center di San Sebastian; il Grand Prix de la Science de l'Alimentation (attribuito alla nutrizionista spagnola Marta Garaulet) e il Grand Prix de l'Art de la Salle (assegnato a Will Guidara, dell’Eleven Madison Park, NYC.


last updated at 15/03/2017

condividi

Associazione Le Soste
Via Duca degli Abruzzi n. 7/A
20871 Vimercate (MB)
Tel. 039 6080661 - Fax 039 6081526
P. IVA 02408840961
info@lesoste.it | privacy policy